Diving a Castelsardo, tra secche e relitti

Nei fondali di Castelsardo alla scoperta di antichi relitti

 

Tra le tante emozioni che potrete provare durante una vacanza nella nostra Castelsardo, c’è sicuramente quella del Diving nelle sue acque, un’esperienza che vi permetterà di esplorare il mondo sottomarino del Golfo dell’Asinara.

A Castelsardo è presente un centro diving che organizza oltre che immersioni anche corsi Padi, sia per principianti che per subacquei esperti, che vi permetteranno di fare un’esperienza subacquea emozionante sotto la diretta supervisione di un istruttore.

Il mare di Castelsardo è infatti ricco di luoghi spettacolari grazie anche la vicinanza dell’Area Marina Protetta dell’Asinara. Secche, relitti e fondali ideali per tutti gli appassionati di immersioni ma anche per coloro che vogliono conoscere più approfonditamente il mare e intraprendere un’escursione avventurosa in tutta sicurezza.

 

I siti diving che andrete ad esplorare sono la Secca di Castelsardo, nota anche come secca Summa, si trova a circa 6 miglia a nord di Castelsardo. Qui troverete un massiccio roccioso popolato da banchi di ricciole, dentici e tonni.

Affascinante il Relitto Gazzella, ovvero la nave da guerra della Regia Marina Militare affondata nel 1943 per una mina. Oggi è meta di escursioni da brivido per i subacquei più appassionati, così come i Relitti Albatros e Podestà.

Consigliatissima la Secca della Punta Spinosa, anche per principianti. Si trova vicino alla costa di Castelsardo dove si sono creati lastroni di tufo coperti dalla tipica fauna del Golfo dell’Asinara; e ancora la Secca di Lu Casteddu che si caratterizza per un continuo cambio di profondità.




< Leggi altri Post